3 fatti sul ritmo circadiano dei componenti del latte materno

 
Anonim

Il nostro ritmo circadiano è il nostro orologio biologico interno.

È approssimativamente un ciclo fisiologico di 24 ore, regolato dagli ormoni prodotti dai nostri corpi. Può anche essere influenzato da segnali esterni come la luce solare e la temperatura.

Gli ormoni che regolano il nostro ritmo circadiano includono il cortisolo, che ci aiuta a svegliarci e sentirci energici durante il giorno, e la melatonina, che ci aiuta ad addormentarci durante la notte.

Nel latte materno ci sono diversi componenti che mostrano anche un ritmo circadiano.

3 fatti sul ritmo circadiano dei componenti del latte materno

Sono necessarie ulteriori ricerche ma è probabile che il ritmo circadiano di almeno alcuni di questi componenti migliori il benessere dei bambini allattati al seno.

Ecco 3 fatti sulla variazione circadiana dei componenti del latte materno.

1: Il contenuto di grassi del latte materno mostra un ritmo circadiano

È noto che il contenuto di grassi del latte materno mostra un ritmo circadiano; il contenuto medio di grassi del latte materno è significativamente correlato all'ora del giorno.

Il contenuto di grassi del latte materno è generalmente più elevato durante il giorno e la sera, e più basso durante la mattina e la notte.

# 2: Un amminoacido nel latte materno potrebbe aiutare i bambini allattati a dormire meglio di notte

Il latte materno contiene triptofano, un aminoacido usato dall'organismo per produrre l'ormone melatonina. La melatonina aiuta a indurre e regolare il sonno.

I livelli di triptofano nel latte materno aumentano e diminuiscono in base ai ritmi circadiani materni. Ciò suggerisce che l'allattamento al seno potrebbe aiutare a sviluppare il ritmo circadiano dei bambini e aiutarli a stabilirsi per dormire meglio la notte.

3: Molti altri componenti del latte materno potrebbero avere variabilità circadiana

Alcuni studi hanno dimostrato un ritmo circadiano nel livello di alcuni minerali (ad esempio calcio, fosforo e magnesio) nel latte materno. Tuttavia, altri studi non hanno rilevato variazioni significative nella quantità di questi minerali.

La ricerca mostra molti altri micronutrienti (ad esempio alcune vitamine e ferro) e gli ormoni (ad es. Cortisolo e melatonina) hanno anche variabilità circadiana.

Quindi, perché potrebbe essere importante che questi vari componenti del latte materno mostrino una variabilità circadiana?

È necessaria più ricerca

Non è attualmente noto quale funzione (se del caso) variazione circadiana dei componenti nel latte materno potrebbe avere. Né è chiaro se ci sarebbe alcun problema inerente se questi componenti non mostrano variazioni circadiane, ma sono stati consegnati a livelli costanti nel corso della giornata.

I ricercatori hanno ipotizzato che il ritmo circadiano di vari componenti del latte materno potrebbe essere di particolare importanza per i bambini nati prematuramente.

Dalla nascita, l'esposizione alla luce del giorno e i segnali materni (compresi quelli nel latte materno) forniscono stimoli circadiani ai bambini. I bambini in terapia intensiva neonatale sono significativamente meno esposti a tali segnali di luce diurna e materna.

Pertanto, è possibile che i neonati prematuri nell'unità di terapia intensiva neonatale possano trarne maggiori benefici se venissero somministrati latte materno espresso corrispondente alla fase circadiana in cui è stato espresso.

Sono necessarie ulteriori ricerche!