Domande frequenti sulle vaccinazioni

Il Video Femminile: Un vaccino contro la disinformazione (Novembre 2018).

 
Anonim

Dall'inizio delle vaccinazioni diffuse negli Stati Uniti, i casi di malattie infantili una volta comuni come il morbillo e la difterite sono diminuiti drasticamente. Le immunizzazioni hanno protetto milioni di bambini da malattie pericolose e salvato migliaia di vite.

In effetti, alcune malattie si manifestano così raramente ora che i genitori a volte chiedono se i vaccini per loro sono addirittura necessari. Ma la maggior parte delle malattie che possono essere prevenute dai vaccini esistono ancora nel mondo, anche negli Stati Uniti, anche se accadono molto raramente.

La realtà è che le vaccinazioni svolgono un ruolo vitale nel mantenere i bambini sani. Sfortunatamente, la disinformazione sui vaccini potrebbe far decidere ad alcuni genitori di non immunizzare i propri figli, mettendo loro e altri a maggior rischio di malattia - o addirittura di morte.

Per capire meglio i benefici e i rischi dei vaccini, continua a leggere.

Cosa fanno i vaccini?

I vaccini lavorano preparando il corpo a combattere le malattie. Ciascuno contiene un germe morto o indebolito (o parti di esso) che causa una particolare malattia.

Il corpo pratica combattendo la malattia creando anticorpi che riconoscono parti specifiche di quel germe. Questa risposta permanente o di vecchia data significa che se qualcuno è mai esposto alla malattia attuale, gli anticorpi sono già in atto e il corpo sa come combatterlo e la persona non si ammala. Questo è chiamato immunità .

Il sistema immunitario di mio figlio sarà più debole facendo affidamento su un vaccino?

No, il sistema immunitario produce anticorpi contro un germe, come il virus della varicella, sia che lo incontri naturalmente o sia esposto ad esso attraverso un vaccino. Essere vaccinati contro una malattia non indebolisce la risposta immunitaria a un'altra malattia.

Il vaccino darà a qualcuno la malattia che dovrebbe prevenire?

È impossibile ottenere la malattia da qualsiasi vaccino fatto con batteri o virus morti (uccisi) o solo una parte del batterio o del virus.

Solo le vaccinazioni fatte da virus vivi debilitati (chiamati anche attenuati)- come i vaccini contro la varicella (varicella) e il morbillo-parotite-rosolia (MMR) - potrebbero far sviluppare al bambino una forma lieve della malattia. Ma è quasi sempre molto meno grave rispetto a quando un bambino viene infettato dal virus stesso che causa la malattia. Tuttavia, per i bambini con un sistema immunitario indebolito, come quelli in cura per il cancro, questi vaccini possono causare problemi.

Il rischio di malattia derivante dalla vaccinazione è estremamente ridotto. Un vaccino contro il virus vivo che non è più utilizzato negli Stati Uniti è il vaccino antipolio orale (OPV). Il successo del programma di vaccinazione contro la polio ha permesso di sostituire il vaccino del virus vivo con una forma virale uccisa nota come vaccino antipolio inattivato (IPV). Questo cambiamento ha completamente eliminato la possibilità che la polio fosse causata dall'immunizzazione negli Stati Uniti.

Perché dovrei immunizzare mio figlio se tutti gli altri bambini a scuola sono immunizzati?

È vero che la probabilità di un bambino di contrarre una malattia è bassa se tutti gli altri sono immunizzati. Ma tuo figlio è anche esposto a persone diverse da quelle a scuola. E se una persona pensa a saltare i vaccini, è probabile che altri stiano pensando la stessa cosa. Ogni bambino che non è immunizzato dà a malattie altamente contagiose una possibilità in più di diffondersi.

Dato che sempre più persone scelgono di non vaccinare i loro bambini per un motivo o per un altro, le epidemie diventano più comuni, specialmente per le malattie che una volta erano state spazzate via. Nel 2014, in Ohio, sono stati segnalati 383 casi di morbillo, ad esempio. In quell'anno furono registrati 667 casi da 27 stati. Questo è il numero più alto da quando il morbillo è stato dichiarato eliminato dagli Stati Uniti nel 2000. La maggior parte di questi casi era tra le persone che non venivano vaccinate. Nel 2012 sono stati segnalati circa 50.000 casi di pertosse (pertosse) negli Stati Uniti. Era la prima volta che così tante persone venivano colpite dagli anni '50.

Sebbene i tassi di vaccinazione siano piuttosto alti negli Stati Uniti, non esiste un modo affidabile per sapere se tutti i bambini con cui viene a contatto sono stati vaccinati, in particolare ora che così tante persone viaggiano da e verso altri paesi. Quindi il modo migliore per proteggere i tuoi figli è attraverso l'immunizzazione.

È possibile fare così tanti vaccini contemporaneamente a danneggiare il mio bambino?

I bambini hanno un sistema immunitario più forte di quanto si possa pensare e possono gestire molti più germi di quello che ricevono dai vaccini. In effetti, la quantità di germi nei vaccini è solo una piccola percentuale dei germi che i sistemi immunitari dei bambini affrontano ogni giorno.

A volte, i bambini possono avere una reazione a un vaccino come una leggera febbre o eruzione cutanea. Ma il rischio di reazioni serie è piccolo rispetto ai rischi per la salute associati alle malattie spesso gravi che prevengono, e non accade perché il bambino ha avuto più vaccini contemporaneamente.

Un sacco di considerazioni e ricerche sono state dedicate alla creazione del programma di immunizzazione utilizzato dalla maggior parte dei medici, ed è stato dimostrato più volte sicuro. Tuttavia, alcuni genitori scelgono di usare programmi alternativi (diffondendo o "spaziati" i vaccini) perché sono preoccupati per il numero di scatti che i loro bambini ricevono ad ogni visita. Questo è in realtà più probabile che faccia ammalare un bambino. Gli studi dimostrano che molti bambini su programmi di immunizzazione alternativi non ricevono mai tutti i vaccini di cui hanno bisogno.

Inoltre, i programmi alternativi possono essere una vera seccatura. Distanziare i vaccini per un numero maggiore di visite mediche significa che dovrai portare tuo figlio dal medico - e il bambino dovrà farsi una iniezione - più spesso.

Perché il mio bambino dovrebbe ricevere una dose dolorosa se i vaccini non sono efficaci al 100%?

Poche cose in medicina funzionano il 100% delle volte, ma i vaccini sono una delle armi più efficaci che abbiamo contro le malattie: funzionano dall'85% al ​​99% dei casi. Riducono enormemente il rischio di gravi malattie (in particolare quando vengono vaccinati sempre più persone) e danno alle malattie meno possibilità di insediarsi in una popolazione.

Può essere difficile vedere i bambini avere un colpo, ma il dolore a breve termine non è nulla rispetto alla sofferenza attraverso un attacco potenzialmente letale di difterite, pertosse o morbillo.

Perché i bambini sani, attivi e che mangiano bene devono essere immunizzati?

Le vaccinazioni hanno lo scopo di aiutare a mantenere sani i bambini sani. Poiché i vaccini funzionano proteggendo il corpo prima che la malattia colpisca, se aspetti che il bambino si ammali, sarà troppo tardi perché il vaccino funzioni. Il momento migliore per immunizzare i bambini è quando sono sani.

Le vaccinazioni possono causare una brutta reazione a mio figlio?

Le reazioni più comuni ai vaccini sono minori e includono:

  • rossore e gonfiore in cui è stato dato il colpo
  • febbre
  • indolenzimento nel luogo in cui è stato dato lo sparo

In rari casi, le vaccinazioni possono scatenare problemi più gravi, come convulsioni o gravi reazioni allergiche. Se il bambino ha una storia di allergie al cibo o alla medicina, o ha avuto un problema con un vaccino prima, informi il medico prima che venga somministrato un vaccino. Ogni anno, milioni di bambini vengono vaccinati in modo sicuro e pochi sperimentano effetti collaterali gravi.

La ricerca migliora continuamente la sicurezza delle vaccinazioni. L'American Academy of Pediatrics (AAP) ora consiglia ai medici di utilizzare un vaccino contro la difterite, il tetano e la pertosse che include solo parti specifiche della cellula della pertosse anziché l'intera cellula uccisa. Questo vaccino, chiamato DTaP, è stato associato ad un minor numero di effetti collaterali.

Le immunizzazioni o il thimerosal causano l'autismo?

No. Numerosi studi non hanno trovato alcun collegamento tra vaccini e autismo (un disturbo dello sviluppo caratterizzato da compromissione della comunicazione e delle abilità di interazione sociale da lieve a grave). Allo stesso modo, un pionieristico rapporto del 2004 dell'Istituto di Medicina (IOM) ha scoperto che il thimerosal (un composto organico di mercurio che è stato usato come conservante nei vaccini sin dagli anni '30) non causa l'autismo.

Tuttavia, alcuni genitori hanno scelto di non immunizzare i loro bambini, ponendoli a grave rischio di contrarre malattie mortali.

Il vaccino MMR, in particolare, è finito sotto il fuoco anche se molti rapporti scientifici non hanno trovato prove che colleghino il vaccino all'autismo. In effetti, uno studio del 1998, a lungo discusso, che suggeriva un possibile collegamento tra autismo e vaccino MMR fu ritirato nel 2004 e il medico che lo pubblicò perse la sua licenza medica. Ancor prima che fosse screditato e dichiarato fraudolento, lo studio fu respinto da tutte le principali organizzazioni sanitarie, tra cui l'AAP, il National Institutes of Health (NIH), i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) e l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS ).

Non c'è nemmeno motivo di credere che il thimerosal sia collegato all'autismo, secondo il rapporto dell'IOM del 2004. Tuttavia, nel tentativo di ridurre l'esposizione infantile al mercurio e ad altri metalli pesanti, il thimerosal ha iniziato a essere rimosso dai vaccini per bambini nel 1999. Ora, i vaccini per neonati e bambini piccoli contengono no o molto poco thimerosal.E recenti studi non hanno mostrato alcun problema cognitivo e comportamentale nei bambini che potrebbero aver ricevuto questi vaccini contenenti thimerosal.

Quindi cosa potrebbe spiegare l'aumento dei tassi di autismo negli ultimi anni? Per prima cosa, esiste una definizione più ampia di autismo che può essere applicata a più bambini che mostrano diversi gradi di sintomi. Una maggiore consapevolezza della condizione tra i professionisti della salute ha portato anche a più diagnosi.

E anche se il numero di bambini con diagnosi di autismo potrebbe aumentare, i tassi di vaccinazione MMR non lo sono. A Londra, le diagnosi di disturbi autistici sono in aumento dal 1979, ma i tassi di vaccinazione MMR non sono aumentati da quando la vaccinazione MMR di routine è iniziata nel 1988.

Inoltre, l'età media della diagnosi di autismo è stata identica sia nei bambini che hanno e che non hanno ricevuto il vaccino MMR. Quello che molti ricercatori stanno scoprendo è che i sintomi sottili dell'autismo sono spesso presenti prima del primo compleanno di un bambino - a volte anche nella prima infanzia - ma spesso passano inosservati fino a quando i sintomi non sono più evidenti ai genitori.

Non c'era un problema con il vaccino contro il rotavirus?

Il rotavirus è una delle cause più comuni di diarrea nei bambini piccoli. Nel 1999, un vaccino contro il rotavirus è stato tolto dal mercato perché era legato ad un aumentato rischio di intussuscezione, un tipo di ostruzione intestinale, nei bambini.

Tuttavia, due diversi vaccini contro il rotavirus (RotaTeq e Rotarix) sono ora disponibili e sono molto sicuri. Alcuni studi suggeriscono che hanno un rischio molto più elevato di intussuscezione, ma questo problema è raro. Questi vaccini hanno dimostrato di prevenire la maggior parte dei casi di infezione da rotavirus e quasi tutti i casi gravi.

Il vaccino è ora nel programma di vaccinazione regolare da somministrare oralmente ai bambini come liquido durante le visite di vaccinazione standard - RotaTeq a 2 mesi, 4 mesi e 6 mesi e Rotarix a 2 mesi e 4 mesi di età. Il medico avrà le informazioni più aggiornate.

I vaccini causano SIDS, sclerosi multipla o altri problemi?

Vi sono preoccupazioni, molte delle quali circolano su Internet, che collegano alcuni vaccini alla sclerosi multipla, alla sindrome della morte infantile improvvisa (SIDS) e ad altri problemi. Ad oggi, gli studi non sono riusciti a mostrare alcuna connessione tra le vaccinazioni e queste condizioni. Il numero di casi di SIDS è diminuito di oltre il 50% negli ultimi anni, mentre il numero di vaccini somministrati annualmente ha continuato a crescere.

Perché i bambini devono essere immunizzati se una malattia è stata eliminata?

Malattie rare o inesistenti negli Stati Uniti, come il morbillo e la polio, esistono ancora in altre parti del mondo. I medici continuano a vaccinarsi contro di loro perché è facile entrare in contatto con le malattie attraverso i viaggi - sia quando gli americani viaggiano all'estero o quando le persone che non sono adeguatamente immunizzate vengono negli Stati Uniti.

Se i tassi di immunizzazione diminuivano, una malattia introdotta da una persona in visita da un altro paese o dal rientro in patria da un paese straniero poteva causare gravi danni a una popolazione non protetta. Nel 2008, un'epidemia di morbillo ne ha ammalati molti a San Diego, in California, dopo che una famiglia che aveva fatto una vacanza europea è tornata a casa con il loro bambino non vaccinato, che aveva contratto il morbillo. Nel 2011, i bassi tassi di immunizzazione hanno contribuito alla più grande epidemia di pertosse che la California aveva visto in 50 anni: oltre 9.000 persone hanno contratto la malattia e 10 bambini sono morti.

È sicuro solo interrompere le vaccinazioni per una particolare malattia quando questa malattia è stata estirpata in tutto il mondo, come nel caso del vaiolo.

Quanto dura l'immunità dopo aver ottenuto un vaccino?

Alcuni vaccini, come i due per il morbillo o la serie per l'epatite B, possono renderti immune per tutta la vita. Altri, come il tetano, durano per molti anni ma richiedono colpi periodici (ripetitori) per una protezione continua contro la malattia.

Anche il vaccino pertosse (pertosse) non fornisce immunità per tutta la vita, e questa potrebbe essere una delle ragioni per cui i focolai si verificano ancora. La pertosse non è un problema serio per i bambini più grandi e gli adulti, ma può essere per i neonati e i bambini piccoli. A causa di questo, adolescenti e adulti ora ricevono un richiamo pertosse insieme al richiamo di tetano e difterite (Tdap) - un passo importante nel controllo di questa infezione.

È importante tenere un registro delle vaccinazioni in modo che il medico sappia quando i figli sono dovuti per un richiamo. Assicurati inoltre che i tuoi bambini ricevano il vaccino antinfluenzale ogni anno. Essere stati immunizzati lo scorso anno non proteggerà qualcuno dall'influenza di quest'anno perché i virus dell'influenza cambiano continuamente. Il vaccino viene aggiornato ogni anno per includere i ceppi più attuali del virus.

Il vaccino antinfluenzale riduce le probabilità di contrarre l'influenza della persona media fino all'80%. Non può prevenire l'infezione da tutti i virus che possono causare sintomi simil-influenzali, tuttavia, quindi essere immunizzati non è una garanzia che qualcuno non si ammalerà durante la stagione influenzale. Tuttavia, anche se qualcuno che ha ottenuto il vaccino ha l'influenza, i sintomi di solito saranno meno e più miti.

I vaccini sono continuamente studiati e migliorati perché non sono sicuri?

Il Centro per la valutazione e la ricerca biologica della FDA è l'agenzia governativa responsabile della regolamentazione dei vaccini negli Stati Uniti. Lavorando con il CDC e il NIH, i ricercatori continuano a ricercare e monitorare la sicurezza e l'efficacia del vaccino.

I nuovi vaccini sono concessi in licenza solo dopo accurati studi di laboratorio e studi clinici, e il monitoraggio della sicurezza continua anche dopo l'approvazione di un vaccino. Ci sono stati - e continueranno ad esserlo - miglioramenti (come quelli già fatti per il vaccino DTaP e la poliomielite, per esempio) che minimizzeranno i potenziali effetti collaterali e garantiranno i migliori standard di sicurezza possibili.

Dove posso ottenere vaccinazioni economiche per mio figlio?

Chiaramente, i vaccini sono uno degli strumenti migliori per mantenere sani i bambini, ma l'efficacia dei programmi di immunizzazione dipende dalla disponibilità. È possibile ricevere vaccini economici o gratuiti attraverso molte cliniche locali di salute pubblica e centri di salute della comunità, e le campagne per vaccinare i bambini spesso hanno giorni liberi di vaccinazione.

Il programma Vaccines for Children del governo degli Stati Uniti copre le popolazioni eleggibili, non assicurate di Alaskan e dei nativi americani di Medicaid e alcuni bambini sottoassicurati per vaccinazioni di routine fino a 18 anni di età. I vaccini sono forniti dal governo e amministrati in uno studio medico. Tuttavia, la visita del medico non è coperta (a meno che il bambino non abbia un'assicurazione, incluso Medicaid). Ma alcune cliniche di salute pubblica possono riguardare sia la visita che le vaccinazioni.

Dove posso trovare ulteriori informazioni sulle vaccinazioni?

Leggi le Immunizzazioni di tuo figlio per dettagli su ciascuna immunizzazione raccomandata. È inoltre possibile visitare il sito Web del Programma di immunizzazione nazionale del CDC per ulteriori informazioni sulle vaccinazioni.

E parla con il tuo dottore delle vaccinazioni di cui i tuoi figli hanno bisogno - lavorando insieme, puoi aiutare a mantenere la tua famiglia sana.