Come funzionano gli analgesici?

Il Video Femminile: How Do Pain Relievers Work? - George Zaidan (Novembre 2018).

 
Anonim

Yow! Il tuo amico intendeva calciare il pallone, ma invece ha preso a calci lo stinco. O forse hai un mal d'orecchi che ti ha tenuto sveglio. In casi dolorosi come questi (e molti altri), tua madre o tuo padre potrebbero averti dato un medicinale chiamato antidolorifico.

I due antidolorifici che i bambini prendono più spesso sono l' ibuprofene (diciamo: i-byoo-PRO-fen) e il paracetamolo (diciamo: uh-see-tuh-MI-nuh-fen). Vengono in forma liquida, masticabile o pillola. Li inghiotti e il dolore presto se ne va o fa meno male.

Ma cosa succede dopo aver preso un antidolorifico? Non va direttamente al tuo stinco o alla testa, anche se quello è il punto che fa così male. Gli analgesici agiscono sulle cellule, sulle terminazioni nervose del corpo, sul sistema nervoso e sul cervello per impedirti di sentire il dolore.

Il tuo corpo è pieno di terminazioni nervose nella pelle e nei tessuti. Alcune di queste terminazioni nervose possono percepire il dolore, come da una bruciatura o un colpo a una parte del corpo (come il piede del tuo amico che colpisce il tuo stinco). Quando le cellule del tuo corpo sono ferite o danneggiate, rilasciano sostanze chimiche chiamate prostaglandine (diciamo: pross-tuh-GLAN-dinz).

Le terminazioni nervose speciali che percepiscono il dolore sono molto sensibili a questa sostanza chimica. Quando la prostaglandina viene rilasciata, le terminazioni nervose rispondono sollevando e trasmettendo al cervello i messaggi di dolore e lesione attraverso il sistema nervoso. Dicono al cervello tutto sul dolore, come dove si trova e quanto fa male. Il cervello risponde quindi: Eeeek !!!

Il dolore è doloroso, ma non è affatto male. È il sistema di allarme rapido del tuo corpo che qualcosa non va, quindi puoi prendere provvedimenti per correggere il problema. Ad esempio, se non riuscivi a sentire dolore e avevi la mano su una stufa calda, non sapresti che la tua mano stava bruciando. A causa del dolore, il tuo cervello riceve il messaggio di togliere subito la tua mano dalla stufa!

Quando si prende un antidolorifico come l'ibuprofene, mantiene le cellule danneggiate o danneggiate dalla produzione e rilascio di prostaglandine. Quando le cellule non rilasciano questa sostanza chimica, significa che il cervello non riceverà il messaggio del dolore altrettanto rapidamente o chiaramente. Quindi il tuo dolore scompare o diventa meno grave finché le cellule non rilasciano la sostanza chimica. L'acetaminofene funziona nel cervello in modo da non sentire il dolore.

Se hai mai un intervento chirurgico o un altro problema di salute che causa un sacco di dolore, i medici possono prescrivere antidolorifici che sono più forti di paracetamolo e ibuprofene. Questi tipi di antidolorifici funzionano intromettendosi tra le cellule nervose in modo che non possano trasmettere il messaggio del dolore l'un l'altro. Il messaggio non è in grado di arrivare al cervello, e questo impedisce alla persona di provare dolore.

Bene, ora sai come i medicinali ti aiutano a fare meno male. Speriamo di leggere questo non è stato un dolore!