Sistema immunitario

Il Video Femminile: Istologia 18 - Sistema immunitario (Novembre 2018).

 
Anonim

Il sistema immunitario, costituito da cellule speciali, proteine, tessuti e organi, difende le persone da germi e microrganismi ogni giorno. Nella maggior parte dei casi, il sistema immunitario fa un ottimo lavoro per mantenere le persone sane e prevenire le infezioni. Ma a volte i problemi con il sistema immunitario possono portare a malattie e infezioni.

Informazioni sul sistema immunitario

Il sistema immunitario è la difesa del corpo contro gli organismi infettivi e altri invasori. Attraverso una serie di passaggi chiamati risposta immunitaria, il sistema immunitario attacca organismi e sostanze che invadono i sistemi del corpo e causano malattie.

Il sistema immunitario è costituito da una rete di cellule, tessuti e organi che lavorano insieme per proteggere il corpo. Una delle cellule importanti coinvolte sono i globuli bianchi, chiamati anche leucociti, che si presentano in due tipi di base che si combinano per cercare e distruggere organismi o sostanze che causano malattie.

I leucociti vengono prodotti o conservati in molte parti del corpo, tra cui il timo, la milza e il midollo osseo. Per questo motivo, sono chiamati organi linfoidi. Ci sono anche ciuffi di tessuto linfoide in tutto il corpo, principalmente come linfonodi, che ospitano i leucociti.

I leucociti circolano attraverso il corpo tra gli organi e i nodi attraverso vasi linfatici e vasi sanguigni. In questo modo, il sistema immunitario lavora in modo coordinato per monitorare il corpo di germi o sostanze che potrebbero causare problemi.

I due tipi base di leucociti sono:

  1. fagociti, cellule che masticano organismi invasori
  2. linfociti, cellule che permettono al corpo di ricordare e riconoscere i precedenti invasori e aiutare il corpo a distruggerli

Un numero di cellule diverse sono considerate fagociti. Il tipo più comune è il neutrofilo, che combatte principalmente i batteri. Se i medici sono preoccupati per un'infezione batterica, potrebbero ordinare un esame del sangue per vedere se un paziente ha un numero maggiore di neutrofili innescati dall'infezione. Altri tipi di fagociti hanno il loro lavoro per assicurarsi che il corpo risponda in modo appropriato a un tipo specifico di invasore.

I due tipi di linfociti sono linfociti B e linfociti T. I linfociti iniziano nel midollo osseo e restano lì e maturano nelle cellule B, o partono per la ghiandola del timo, dove maturano nelle cellule T. I linfociti B e i linfociti T hanno funzioni separate: i linfociti B sono come il sistema di intelligence militare del corpo, cercano i loro obiettivi e inviano le difese a bloccarli. Le cellule T sono come i soldati, distruggendo gli invasori che il sistema di intelligence ha identificato.

Ecco come funziona:

Quando vengono rilevati antigeni (sostanze estranee che invadono il corpo), diversi tipi di cellule lavorano insieme per riconoscerli e rispondere. Queste cellule attivano i linfociti B per produrre anticorpi, che sono proteine ​​specializzate che si fissano su specifici antigeni.

Una volta prodotti, questi anticorpi rimangono nel corpo di una persona, in modo che se il suo sistema immunitario incontra di nuovo quell'antigene, gli anticorpi sono già lì per fare il loro lavoro. Quindi se qualcuno si ammala di una certa malattia, come la varicella, quella persona di solito non si ammalerà di nuovo.

Questo è anche il modo in cui le immunizzazioni prevengono alcune malattie. Un'immunizzazione introduce il corpo in un antigene in un modo che non fa ammalare qualcuno, ma consente all'organismo di produrre anticorpi che proteggeranno la persona da un attacco futuro da parte del germe o della sostanza che produce quella particolare malattia.

Sebbene gli anticorpi possano riconoscere un antigene e bloccarlo, non sono in grado di distruggerlo senza aiuto. Questo è il lavoro delle cellule T, che fanno parte del sistema che distrugge gli antigeni che sono stati etichettati da anticorpi o cellule che sono state infettate o in qualche modo modificate. (Alcune cellule T sono in realtà chiamate "cellule killer".) Anche le cellule T sono coinvolte nell'aiutare a segnalare altre cellule (come i fagociti) a svolgere il loro lavoro.

Gli anticorpi possono anche neutralizzare le tossine (sostanze velenose o dannose) prodotte da diversi organismi. Infine, gli anticorpi possono attivare un gruppo di proteine ​​chiamate complemento che fanno anche parte del sistema immunitario. Il complemento aiuta a uccidere batteri, virus o cellule infette.

Tutte queste cellule specializzate e parti del sistema immunitario offrono la protezione del corpo contro le malattie. Questa protezione è chiamata immunità.

Immunità

Gli umani hanno tre tipi di immunità: innata, adattiva e passiva:

Immunità innata

Tutti nascono con immunità innata (o naturale), un tipo di protezione generale. Molti dei germi che colpiscono altre specie non ci danneggiano. Ad esempio, i virus che causano la leucemia nei gatti o la tempera nei cani non influenzano l'uomo. L'immunità innata funziona in entrambi i modi perché alcuni virus che rendono malati gli esseri umani - come il virus che causa l'HIV / AIDS - non fanno ammalare cani o gatti.

L'immunità innata comprende anche le barriere esterne del corpo, come la pelle e le membrane mucose (come quelle che rivestono il naso, la gola e il tratto gastrointestinale), che sono la prima linea di difesa nel prevenire l'ingresso di malattie nel corpo. Se questo muro difensivo esterno viene rotto (come attraverso un taglio), la pelle tenta di guarire rapidamente la rottura e speciali cellule immunitarie attaccano la pelle sui germi invasori.

Immunità adattativa

Il secondo tipo di protezione è l'immunità adattativa (o attiva), che si sviluppa per tutta la vita. L'immunità adattiva coinvolge i linfociti e si sviluppa quando le persone sono esposte a malattie o immunizzate contro le malattie attraverso la vaccinazione.

Immunità passiva

L'immunità passiva è "presa a prestito" da un'altra fonte e dura per un breve periodo. Ad esempio, anticorpi nel latte materno di una madre danno a un bambino un'immunità temporanea alle malattie a cui è stata esposta la madre. Questo può aiutare a proteggere il bambino dalle infezioni durante i primi anni dell'infanzia.

Il sistema immunitario di tutti è diverso. Alcune persone non sembrano mai contrarre infezioni, mentre altre sembrano sempre ammalarsi. Man mano che le persone invecchiano, di solito diventano immuni a più germi quando il sistema immunitario viene a contatto con sempre più di loro. Ecco perché gli adulti e gli adolescenti tendono ad avere meno raffreddori rispetto ai bambini - i loro corpi hanno imparato a riconoscere e ad attaccare immediatamente molti dei virus che causano il raffreddore.

Problemi del sistema immunitario

I disturbi del sistema immunitario rientrano in quattro categorie principali:

  1. disturbi da immunodeficienza (primaria o acquisita)
  2. disordini autoimmuni (in cui il sistema immunitario del corpo attacca il suo stesso tessuto come materia estranea)
  3. disturbi allergici (in cui il sistema immunitario reagisce in modo eccessivo in risposta a un antigene)
  4. cancri del sistema immunitario

Disturbi di immunodeficienza

Le immunodeficienze si verificano quando una parte del sistema immunitario manca o non funziona correttamente. Alcune persone nascono con un'immunodeficienza (nota come immunodeficienza primaria), sebbene i sintomi della malattia potrebbero non apparire fino a tarda età. Le immunodeficienze possono anche essere acquisite attraverso l'infezione o prodotte da farmaci (a volte vengono chiamate immunodeficienze secondarie).

Le immunodeficienze possono interessare i linfociti B, i linfociti T oi fagociti. Esempi di immunodeficienze primarie che possono interessare bambini e adolescenti sono:

  • Il deficit di IgA è il più comune disturbo da immunodeficienza. L'IgA è un'immunoglobulina che si trova principalmente nella saliva e in altri fluidi corporei che aiutano a proteggere gli accessi al corpo. La carenza di IgA è un disturbo in cui l'organismo non produce abbastanza IgA di anticorpi. Le persone con deficienza di IgA tendono ad avere allergie o ad avere più raffreddori e altre infezioni respiratorie, ma la condizione di solito non è grave.
  • La grave immunodeficienza combinata (SCID) è anche nota come "malattia del ragazzo bolla" dopo un ragazzo del Texas con SCID che viveva in una bolla di plastica priva di germi. La SCID è una grave malattia del sistema immunitario che si verifica a causa della mancanza di linfociti B e T, il che rende quasi impossibile combattere le infezioni.
  • La sindrome di DiGeorge (displasia timica), un difetto alla nascita in cui i bambini nascono senza un timo, è un esempio di una malattia dei linfociti T primari. La ghiandola del timo è dove i linfociti T normalmente maturano.
  • La sindrome di Chediak-Higashi e la malattia granulomatosa cronica (CGD) implicano entrambi l'incapacità dei neutrofili di funzionare normalmente come fagociti.

Le immunodeficienze acquisite (o secondarie) di solito si sviluppano dopo che qualcuno ha una malattia, sebbene possano anche essere il risultato di malnutrizione, ustioni o altri problemi medici. Alcuni farmaci possono anche causare problemi con il funzionamento del sistema immunitario.

Le immunodeficienze acquisite (secondarie) includono:

  • L'infezione da HIV (virus dell'immunodeficienza umana) / AIDS (sindrome da immunodeficienza acquisita) è una malattia che distrugge lentamente e costantemente il sistema immunitario. È causato dall'HIV, un virus che cancella alcuni tipi di linfociti chiamati cellule T-helper. Senza cellule T-helper, il sistema immunitario non è in grado di difendere il corpo da organismi normalmente innocui, che possono causare infezioni potenzialmente letali nelle persone affette da AIDS. I neonati possono contrarre l'infezione da HIV durante l'utero, durante il parto o durante l'allattamento. Le persone possono contrarre l'infezione da HIV avendo rapporti sessuali non protetti con una persona infetta o condividendo aghi contaminati con droghe, steroidi o tatuaggi.
  • Immunodeficienze causate da farmaci. Alcuni farmaci sopprimono il sistema immunitario. Uno degli svantaggi del trattamento chemioterapico per il cancro, ad esempio, è che non attacca solo le cellule tumorali, ma altre cellule sane a crescita rapida, comprese quelle presenti nel midollo osseo e in altre parti del sistema immunitario. Inoltre, le persone con disturbi autoimmuni o che hanno subito trapianti di organi possono aver bisogno di assumere farmaci immunosoppressori, che possono anche ridurre la capacità del sistema immunitario di combattere le infezioni e possono causare un'immunodeficienza secondaria.

Disturbi autoimmuni

Nei disordini autoimmuni, il sistema immunitario attacca erroneamente gli organi e i tessuti sani del corpo come se fossero invasori stranieri. Le malattie autoimmuni includono:

  • Lupus: una malattia cronica caratterizzata da dolori muscolari e articolari e infiammazione (la risposta immunitaria anormale può anche comportare attacchi ai reni e ad altri organi)
  • Artrite idiopatica giovanile: una malattia in cui il sistema immunitario del corpo agisce come se alcune parti del corpo (come le articolazioni del ginocchio, della mano e del piede) fossero tessuti estranei e li attacca
  • Scleroderma: una malattia autoimmune cronica che può portare a infiammazione e danni alla pelle, alle articolazioni e agli organi interni
  • Spondilite anchilosante: una malattia che coinvolge l'infiammazione della colonna vertebrale e delle articolazioni, causando rigidità e dolore
  • Dermatomiosite giovanile: una malattia caratterizzata da infiammazione e danni alla pelle e ai muscoli

Disturbi allergici

I disturbi allergici si verificano quando il sistema immunitario reagisce in modo eccessivo all'esposizione agli antigeni presenti nell'ambiente. Le sostanze che provocano tali attacchi sono chiamate allergeni.La risposta immunitaria può causare sintomi come gonfiore, lacrimazione e starnuti e persino una reazione potenzialmente letale chiamata anafilassi. I medicinali chiamati antistaminici possono alleviare la maggior parte dei sintomi.

I disordini allergici includono:

  • L'asma, una malattia respiratoria che può causare problemi respiratori, spesso comporta una risposta allergica da parte dei polmoni. Se i polmoni sono ipersensibili a determinati allergeni (come polline, muffe, peli di animali o acari della polvere), i tubi respiratori possono restringersi e gonfiarsi, rendendo difficile per una persona respirare.
  • L'eczema è un'eruzione pruriginosa nota anche come dermatite atopica. Sebbene non sia necessariamente causato da una reazione allergica, l'eczema si verifica più spesso nei bambini e negli adolescenti che hanno allergie, raffreddore da fieno o asma o che hanno una storia familiare di queste condizioni.
  • Le allergie di diversi tipi possono influenzare i bambini e gli adolescenti. Allergie ambientali (per esempio agli acari della polvere), allergie stagionali (come febbre da fieno), allergie ai farmaci (reazioni a farmaci o farmaci specifici), allergie alimentari (come le noci) e allergie alle tossine (punture di api, per esempio)sono le condizioni comuni a cui le persone di solito si riferiscono come allergie.

Tumori del sistema immunitario

Il cancro si verifica quando le cellule crescono senza controllo. Questo può includere le cellule del sistema immunitario. La leucemia, che comporta una crescita eccessiva dei leucociti, è il tumore infantile più comune. Il linfoma coinvolge i tessuti linfoidi ed è anche uno dei più comuni tumori infantili. Con i trattamenti attuali, la maggior parte dei casi di entrambi i tipi di cancro nei bambini e negli adolescenti sono curabili.

Sebbene i disturbi del sistema immunitario di solito non possano essere prevenuti, puoi aiutare il sistema immunitario del tuo bambino a rimanere più forte e combattere le malattie rimanendo informato sulle condizioni del bambino e lavorando a stretto contatto con il medico.